Splendi come vita

Incontro con la scrittrice Maria Grazia Calandrone

Poetessa, giornalista, conduttrice radiofonica. Gli amici dell’associazione La Vigna l’hanno già incontrata in questo periodo di pandemia, quando Maria Grazia Calandrone ha condotto un laboratorio di poesia, ora è candidata al Premio Strega 2021 con il suo romanzo “Splendi come vita” edito da Ponte alle Grazie. Una vita con aspetti drammatici, difficili da metabolizzare. Ci sono voluti anni, lo dice lei stessa in un racconto nel quale la creazione ha il sapore di una rivelazione: “Ci ho messo anni a trovare le parole per scriverla, questa storia. E, alla fine, le parole sono arrivate da sole. (…) Le parole si riconoscono come giuste quando esplodono, ti sopraffanno, ed è quello che mi è accaduto. Ho cominciato sognando le prime frasi, e poi ho scritto continuamente per quasi venti ore al giorno (…) È stata una specie di possessione, come se avessi messo un microfono nelle stanze che avevo abitato nelle varie età della vita. E io ho trascritto quello che mi arrivava in quei luoghi, da quei luoghi”. Lasciamoci guidare da Maria Grazia Calandrone nel racconto delle emozioni e dei luoghi della sua vita.